Indivia sorridente.

“Il sorriso!? dovremmo sempre essere circondati da persone sorridenti…il sorriso è contagioso si sa’…
Ma secondo me il sorriso sincero è un’utopia …
Quante persone vediamo sorridere!?tante, ma quante di queste hanno sul loro volto un sorriso sincero?
La gente è frustrata da una vita troppo veloce, una vita con la quale si gareggia per arrivare prima al traguardo…il traguardo è denaro….
Lo sporco bastardo denaro…la peggior invenzione dell’uomo.
Tutti aspirano al successo alla fama e al denaro….
Tutti quando vedono passare un Ferrari lo guardano sapendo che non potranno mai permettersi di averlo…
E sotto sotto cresce una parte di invidia, anche se ci auto-definiamo non invidiosi.
É assolutamente normale tutto ciò, ma non è normale il bombardamento mediatico che ci viene imposto….non è possibile che ci siano pubblicità di finanziare che ti promettono soldi…non e normale che Ci sia una tale differenza tra il ricco e il povero….non esistono più le mezze misure!?
È ora di Cambiarlo un po questo nostro nuovo mondo….
È ora di ribellarsi a questo potere assoluto di banche e lobby….è ora di rivoluzione!

Non credere a nessuno.

“Non credere in ciò che ti viene insegnato sulla vita….
La vita è una cosa diversa per tutti…
C’è chi la passa al massimo…
C’è chi la presta…..
C’è chi la vende….
C’è un tipo di vita diverso per ognuno di noi…
Per questo quando ti dicono “ascoltami che ho più esperienza” …..dito medio e vaffanculo…
Non mi insegna nessuno a vivere….
L’amicizia la capisci nel tuo quartiere…
Il senso di appartenenza o lo hai dalla nascita  o non lo avrai mai…
Il rispetto lo vivi giorno per giorno stando con i “vecchi”….
La vita!? La vita la impari a furia di pugni in bocca …calci nel culo…e tanta ma tanta ipocrisia…”

Ne vale la pena ?

Bel post…complimenti!

Martina's Thoughts

Questo è il mio primo post e spero di non fare una figura eccessivamente ridicola. Perciò, a chi fosse per qualche strana ragione interessato a leggere, chiedo clemenza.
Ad ogni modo, stasera, oziando come è giusto che faccia una giovane ragazza in estate, mi domando se effettivamente ne valga la pena. Se sia giusto tramortire la nostra felicità, il nostro Io, per adempiere a impegni il cui giovamento è sempre di là da venire. Ho riflettuto, non troppo a lungo, ma sono arrivata alla conclusione che correre dietro al soddisfacimento altrui tutto il giorno, innanzitutto è stancante, ma principalmente non fa stare bene. Sforzarsi di rendere tranquille e contente le persone che ci sono intorno è frustrante. Sembra che l’impegno profuso sia sempre sul punto dare i suoi frutti ma che alla fine quel momento non arrivi mai. Chissà per quale strana congiunzione astrale il beneficiato non si rende conto…

View original post 301 more words

Accelera….e vai!

“Cosa vuoi che sia, con il tempo poi ti abitui a tutto,
Ti abitui a parlare con gente falsa,…ti abitui a correre tutto il giorno come un dannato per futili cose…
Ti abitui a sorridere quando vorresti piangere…..
Ti abitui ad essere come tutti…ad essere “normale”….
Ti abitui a perdere le tue abitudini…
Ti abitui a questa vita che più vai avanti e più ti rendi conto che è solamente un continuo incularti piano piano…
Ti abitui a vivere superficialmente…
Ti abitui a credere in cose che non esistono…..
Ti abitui a farti il culo a lavoro per comprarti una macchina che ti serve per andare a lavoro…e normale secondo voi!?
È normale che il mio primo pensiero mattutino sia pensare a come gestire i miei pochi soldi una volta scalato il mutuo!?
Ti abitui piano piano a questa vita…che altro non è che morire lentamente…
La tua vita prende una piega diversa se i momenti belli sono maggiori di quelli brutti…o se riesci a non far svanire le cose belle offuscandole con cose brutte…
Ma ci vuole tempo per imparare a gestire tutto questo…
E penso anche che  per molti il tempo di una vita non sia sufficiente per niente….
Dalla mia parte ho il tempo…
Ma il mio spirito è troppo ribelle per seguire tutto questo…questo mondo di merda….
Cambierò il mondo…non tutto…
Ma il Mio.” (Le mie prigioni di Via Palermo)

È tua…venne ciò che vuoi..

“Non credere in ciò che ti vien insegnato sulla vita….
La vita è una cosa diversa per tutti…
C’è chi la passa al massimo…
C’è chi la presta…..
C’è chi la vende….
C’è un tipo di vita diverso per ognuno di noi…
Per questo quando ti dicono “ascoltami che ho più esperienza” …..dito medio e vaffanculo…
Non mi insegna nessuno a vivere….
L’amicizia la capisci nel tuo quartiere…
Il senso di appartenenza o lo hai dalla nascita  o non lo avrai mai…
Il rispetto lo vivi giorno per giorno stando con i “vecchi”….
La vita!? La vita la impari a furia di pugni in bocca …calci nel culo…e tanta ma tanta ipocrisia…”
(Le mie prigioni di Via Palermo)

Perche sono cosi …!?

Tags

, , ,

“Quando c’è gente che ti chiede perche sei cosi fuori!?
Sapete cosa dovrei rispondergli!?
Dovrei dirgli di aver purtroppo vissuto situazione che piano piano mi fanno apprezzare la vita in modo diverso…
Credo che la mia voglia di adrenalina e diversità sia incontrollabile…
Credo che certe situazioni che ti accadono ti segnano nel profondo…
Credo che passare la vita alla ricerca di qualcosa che ancora non sai cos’è… sia un pregio!
Credo che rivedere 20motorini tutti su in 2 che si spostano per il tuo quartiere ti dia una gioia immensa , ti fa pensare alle giornate di quando eri più piccolo..quando tutto era felice.
Facevi a botte per un ciao e facevi la pace dopo 10 minuti…
Quando non avevi problemi di soldi..perche già allora non ne avevi…ma non te ne fregava un cazzo!
Quando per te la compagnia era tutto…ed eri su quella cazzo di panchina tutti i giorni e tutte le notti…e non eri mai da solo…perché anche tutti gli altri la pensavano cosi…
Ed eravamo tutti sempre li.
Arrivava la pula e c’era il fuggi fuggi…ogni tanto ci beccavano e finiva li….
Eravamo spensierati…
Anzi…pensavamo meno…
Alla fine se eravamo in compagnia 2viole le paglie e la birra ed eravamo a posto.
Poi con il tempo sono arrivati gli scazzi vari…
I primi casini, le prime buie, gente nuova, la discoteca …lo sballo…poi il lavoro….piano piano ci si divide sempre…
E ti ritrovi solo con il vecchio e ormai sbiadito pensiero di come era bella la tua compagnia…
Quando avevi 14anni e volevi spaccare il mondo…
Quando hai iniziato a forgiare il tuo carattere…
Ed e questo il punto…
Sono pazzo perche vivevo da pazzo…e sono cresciuto cosi…
Ma sono sempre stato un pazzo abbastanza buono…e lo sono tuttora …anche se per ovvi motivi…mi sono attenuato.
Se volevi sapere perche sono cosi…ecco fatto il mio pensiero…”tratto da:(le mie prigioni di via Palermo)